Imposta provinciale di trascrizione

Tutte le informazioni per pagare

Quando occorre pagarla
Quando si richiede l'iscrizione, la trascrizione o l'annotazione dei veicoli nel pubblico registro automobilistico (PRA) (*).

Chi deve pagarla
L'acquirente del veicolo o il soggetto nell'interesse del quale viene richiesta l'iscrizione o l'annotazione presso il PRA (**).

Modalità di pagamento

  • L'imposta deve essere pagata al momento della richiesta al PRA, presso l'ufficio dell'ACI-PRA o presso gli "Sportelli telematici dell'automobilista".
  • Il versamento dell'imposta deve essere effettuato:
  • per le formalità di prima iscrizione di veicoli al PRA, entro sessanta giorni dalla data di effettivo rilascio dell'originale della carta di circolazione;
  • per le formalità di trascrizione, iscrizione ed annotazione relative ai veicoli già iscritti al PRA entro sessanta giorni dalla data di formazione dell'atto;
  • per gli atti societari e giudiziari il termine per la richiesta delle formalità e pagamento decorre dal sesto mese successivo alla pubblicazione nel registro delle imprese.;
  • per gli atti giudiziari il pagamento deve avvenire entro 60 giorni dalla data di deposito in
    cancelleria.

Il Decreto Presidenziale n. 342 del 16/12/2015 ha rinnovato l’affidamento del servizio di riscossione, per l’ anno 2016, mediante apposita convenzione, all'Automobile Club d'Italia - Ufficio Provinciale di Parma.
ACI – PRA deve provvedere a: riscuotere, effettuare gli opportuni controlli, applicare sanzioni per ritardato o omesso pagamento.

Modalità di rimborso
I rimborsi per versamenti effettuati in eccesso o risultanti non dovuti vengono effettuati dall’Aci-Pra.
La documentazione relativa al controllo viene trasmessa dall’Aci-Pra all’Amministrazione Provinciale.

Adempimenti della Provincia
1. L'imposta è applicata sulla base della tariffa deliberata /confermata da ciascuna provincia per l'anno di competenza.
2. Le misure base dell’imposta Provinciale di trascrizione sono stabilite dal D.M. n.435 del 1998
3. In base all'art. 56, comma 2, del D.Lgs 446 del 1997, modificato dall’art.1 comma 154 della legge 27/12/2006 n. 296, le Province possono deliberare l'aumento delle misure di base dell'imposta - contenute nel D.M. n. 435 del 1998 - sino ad un massimo del 30%.
Le tariffe devono essere adottate ai fini dell’approvazione del bilancio di previsione e devono essere notificate entro 10 giorni dalla data di esecutività della relativa deliberazione al competente ufficio del PRA ed all’ente che provvede alla riscossione per gli adempimenti di competenza.
4. In base all’art. 14, c. 6 del D.Lgs. 68/2011 vengono modificate le misure dell’IPT di cui al decreto ministeriale 435/98, in modo che sia soppressa la previsione specifica relativa alla tariffa per gli atti soggetti IVA e la relativa misura dell’imposta sia determinata secondo i criteri vigenti per gli atti non soggetti ad IVA.
5. La Giunta Provinciale, con atto n. 1132 del 30/11/2006, ha aumentato, la tariffa base di cui al D.M. 435/98, dal 20 al 30%,
6. La Giunta Provinciale, con atto n. 46 del 2/02/2012, nell’ambito dell’approvazione dello schema del Bilancio di Previsione 2012 – 2014, ha deliberato l’imposta nella misura del 30% in più rispetto alla tariffa base.
7. Il Consiglio Provinciale, con atto n. 115 del 22/12/2008 ha modificato il regolamento dell’Imposta Provinciale di Trascrizione, Iscrizione e Annotazione Veicoli al Pubblico Registro Automobilistico con efficacia dal 01/01/2009.

Normativa :

  • Art. 93,94 del D.Lgs. 285/92 - Art. 56 D.lgs. 446/97 - D.M. n.435/98
  • Art. 1, c. 154 della L. 296/2006
  • Art. 14, c. 6 del D.Lgs. 68/2011
  • Art. 1, c. 12 della L. 148/2011

(*) in base all'art. 56 del Dlgs 446/1997