6 Veicoli sgombraneve eccezionali

6.1. Macchine agricole e operatrici sgombraneve eccezionali.

Per questa categoria (artt. 104 e 114 del D.Lgs. n. 285/1992 e ss. mm. e ii. (Codice della Strada) ed art. 268 del D.P.R. n. 495/19992 e ss. mm. e ii. (Regolamento d’esecuzione e di attuazione del Codice della Strada), esclusivamente nella configurazione di veicolo sgombraneve, è rilasciata autorizzazione periodica per una durata massima di 12 mesi.

E’ consentito il rinnovo dell’autorizzazione per 1 volta per un periodo massimo di 2 anni ("Modalità di esercizio della funzione di rilascio delle autorizzazioni alla circolazione dei veicoli e trasporti eccezionali, di cui alla L.R. n. 3/1999" e successive modifiche ed integrazioni).

Tale autorizzazione è da rilasciarsi quando le macchine agricole ed operatrici, montando un lama sgombraneve anteriore, superano i limiti di sagoma consentiti dall’art.61 del D. Lgs.  n. 285/1992 e ss. mm. e ii., di norma superano i mt. 2,55 di larghezza. Il pagamento dell’indennizzo per la maggiore usura della strada è previsto solo nel caso in cui la

 

superi quanto previsto dall’art.62 del D.L.gs. n. 285/1992 e ss. mm. e ii.

La lama sgombraneve dovrà rispettare la larghezza massima che l’Ufficio competente del Ministero dei Trasporti ha indicato nell’aggiornamento della Carta di Circolazione del veicolo.

La macchina agricola che viene impiegata, anche se occasionalmente, come macchina operatrice sgombraneve deve OBBLIGATORIAMENTE effettuare visita e prova per l’accertamento dei requisiti di idoneità alla circolazione con le speciali attrezzature montate, lame o vomeri sgombraneve, e richiamare nella carta di circolazione la dicitura che la qualifica come tale.

 

6.2. Veicoli eccezionali sgombraneve NON AGRICOLI.

In questo caso i veicoli utilizzati come mezzi sgombraneve possono essere automezzi leggeri, autocarri medio leggeri ecc. Questi veicoli devono essere specificatamente omologati ed immatricolati come veicoli sgombraneve eccezionali con tutte le caratteristiche previste dal D. Lgs. n. 285/19992 e ss. mm. e ii.. in quanto devono prevedere:

specifici attacchi o piastre per l’aggancio della lama /del vomero sgombraneve;

riportare le fanalerie anteriori su adeguato supporto per non essere coperte dalla struttura dello sgombraneve;

dispositivi supplementari di segnalazione visiva (a luce lampeggiante gialla o arancione) ad integrazione di quella base;

luci di ingombro;

- dispositivo meccanico di blocco che inibisca il movimento del veicolo durante il trasporto

Qualora si voglia trasformare un veicolo normale in sgombraneve, è necessario sottoporlo a prova presso il competente Ufficio Motorizzazione Civile Provinciale o da un Centro Prove Autoveicoli, che in caso di esito positivo, aggiorna la carta di circolazione autorizzando il montaggio dell’attrezzatura sgombraneve con le relative prescrizioni da osservare per la marcia su strada. La normativa prevede che tali mezzi non siano soggetti all’obbligo della scorta tecnica se non superano la larghezza di 3,20 ml.