Cassa Integrazione Guadagni (CIG)

Mettiamo qui a disposizione i dati di fonte INPS (file di Excel contenente un foglio di lavoro per ogni anno considerato) riguardanti le ore di Cassa Integrazione Ordinaria, Straordinaria e in Deroga autorizzate, a partire dal 2004.

Nell'analisi di tali dati bisogna ricordare che:

la cassa integrazione guadagni (CIG) è un istituto previsto dalla legge italiana, consistente in una prestazione economica (erogata dall'Inps) in favore dei lavoratori sospesi dall'obbligo di eseguire la prestazione lavorativa o che lavorano a orario ridotto.La ratio legis è quella di venire incontro alle aziende che si trovino in momentanea difficoltà, sgravandole in parte dei costi della manodopera temporaneamente non utilizzata;

la CIG ordinaria è attivabile a fronte di eventi transitori non imputabili all’imprenditore o agli operai, come una crisi temporanea di mercato. La durata massima della CIGO è di 52 settimane nel biennio mobile e di 13 settimane consecutive prorogabili ad ulteriori 13;

la CIG straordinaria, invece, può essere disposta nei casi di:
- ristrutturazione, riorganizzazione o riconversione aziendale;
- casi di crisi aziendale di particolare rilevanza settoriale o territoriale;
- impresa assoggettata a procedura concorsuale di fallimento, liquidazione coatta, etc.
Possono avere accesso alla CIG straordinaria soltanto le imprese che abbiano occupato più di 15 lavoratori nel semestre precedente la richiesta. Quando l’impresa ricorre a questa procedura deve farne preventiva comunicazione alle rappresentanze sindacali, cui può fare seguito un esame congiunto e la creazione di un programma per fronteggiare le conseguenze sul piano sindacale;

la CIG in deroga è un intervento di integrazione salariale a sostegno di imprese o lavoratori non destinatari della normativa sulla cassa integrazione guadagni.
Spetta a tutti i lavoratori subordinati, compresi apprendisti, lavoratori con contratto di somministrazione e lavoranti a domicilio, dipendenti da aziende che operino in determinati settori produttivi o specifiche aree regionali, individuate in specifici accordi governativi.
La CIG in deroga spetta:
- dopo aver esaurito gli interventi ordinari (indennità di disoccupazione per lavoratori sospesi) previsti in caso di sospensione del rapporto di lavoro in presenza dell’intervento integrativo degli enti bilaterali;
- per accesso diretto ai trattamenti in deroga, laddove non vi sia intervento degli Enti Bilaterali.
Prevede un'indennità pari all’80% della retribuzione, comprensiva di eventuali ratei di mensilità aggiuntive, che il dipendente avrebbe percepito per le ore di lavoro non prestate tra le zero e il limite dell’orario contrattuale e comunque non oltre le 40 ore settimanali.
L’importo della prestazione non può superare un limite massimo mensile stabilito di anno in anno.